Daniel J Pipes

23 lettori in linea in questo momento

Vai al sito mobile

Articoli Biografici su Daniel Pipes

Titolo Pubblicazione Data
Una paranoica ossessione Nuova Agenzia Radicale 22 agosto 2005
Il palestinese medio sarà contento dell'indipendenza? L'Opinione delle Libertà 8 agosto 2005
Il politologo consulente della Casa Bianca sul Medioriente La Stampa 22 gennaio 2005
Il Responsabile dell'«US Institute of Peace» La Stampa 24 febbraio 2004
Pipes: "Vogliono ripetere Beirut 1983" La Stampa 13 novembre 2003
Lo Studioso del Medio Oriente e dell'Islam La Stampa 16 ottobre 2003

Daniel Pipes è direttore del Middle East Forum. È stato designato da George Bush a far parte del Consiglio dell'Istituto per la Pace, un organismo statunitense. Columnist, insignito di un premio, per il New York Post e Jerusalem Post. Il suo nuovo libro, fresco di stampa, si intitola Miniatures: Views of Islamic and Middle Eastern Politics. Il suo sito web, www.danielpipes.org , l'unica fonte informativa, più visitata, che si occupa in modo specifico di Medio Oriente e Islam, mette a disposizione un archivio dei suoi scritti e offre l'opportunità di poter ricevere il nuovo materiale man mano che viene pubblicato.

Mr. Pipes è stato uno dei pochi analisti a comprendere la minaccia dell'Islam militante ("inavvertita dalla maggior parte degli occidentali," scriveva nel 1995, "una guerra è stata dichiarata in modo unilaterale contro l'Europa e gli Stati Uniti").

Il Boston Globe scrive che "Se si fosse data retta alle ammonizioni di Pipes non ci sarebbe mai stato un 11 Settembre". Il Wall Street Journal lo ha definito "un autorevole commentatore di Medio Oriente" L'MSNBC lo descrive come uno dei più noti "luminari politici di Medio Oriente".

Nel 1971 ha conseguito il suo B.A. e nel 1978 il dottorato di ricerca, alla Harvard University, entrambi in storia. Ha studiato per sei anni all'estero, di cui tre in Egitto. Mr. Pipes parla francese e conosce l'arabo e il tedesco scritti. Ha insegnato all'Università di Chicago, alla Harvard University e al U.S. Naval War College. Ha svolto diversi incarichi al Dipartimento di Stato e a quello della Difesa, ed è stato vice-presidente del Comitato Fullbright, che assegna borse di studio agli stranieri.

Mr. Pipes affronta di frequente le attuali questioni in televisione, ospite di programmi come ABC World News, CBS Reports, Crossfire, Good Morning America, NewsHour with Jim Lehrer, Nightline, O'Reilly Factor e The Today Show. Ha rilasciato interviste per vari network televisivi mondiali come la BBC e Al-Jazeera.

Mr. Pipes ha pubblicato per riviste come Atlantic Monthly, Commentary, Foreign Affairs, Harper's National Review, New Republic e The Weekly Standard. Sono parecchi i quotidiani che diffondono i suoi articoli come Los Angeles Time, New York Times, Wall Street Journal, Washington Post, comprese un'altra novantina di testate e centinaia di siti web. I suoi scritti sono stati tradotti in 19 lingue ed egli ha tenuto conferenze in 25 Paesi.

Mr. Pipes ha scritto 12 libri.

Quattro testi sull'Islam: Militant Islam Reaches America (2002); The Rushdie Affair (1990); In the Path of God (1983) e Slave Soldiers and Islam (1981).

Tre libri riguardano la Siria: Syria Beyond the Peace Process (1996), Damascus Courts the West (1991) e Greater Syria (1990).

Altri tre volumi affrontano questioni mediorientali: The Hidden Hand (1996) analizza il modo in cui arabi e iraniani considerano se stessi e il mondo esterno. The Long Shadow (1989) e Miniatures (2003) contengono dei saggi su varie tematiche mediorientali e islamiche. An Arabist's Guide to Colloquial Egyptian (1983) rende sistematica la grammatica della lingua araba parlata in Egitto.

Conspiracy (1997) stabilisce l'importanza delle teorie cospirative nella moderna politica europea e americana.

Mr. Pipes ha pubblicato due raccolte di saggi: Sandstorm (1993) e Friendly Tyrants (1991). È co-autore di 11 libri.

Mr. Pipes fa parte della "Speciale Task Force in materia di Terrorismo e Tecnologia" al Dipartimento della Difesa. Membro di cinque comitati editoriali, ha testimoniato dinanzi a parecchie commissioni del Congresso e ha partecipato all'organizzazione di quattro campagne presidenziali. Il suo nome è inserito in Who's Who in America e in Who's Who in the World. È stato insignito di lauree onorarie negli Stati Uniti e in Svizzera.

Nel 1994, Mr. Pipes ha fondato il Middle East Forum (www.MEForum.org), un'organizzazione no-profit indipendente, il cui scopo è quello di "promuovere gli interessi americani" attraverso pubblicazioni, attività di ricerca, di consulenza, di coinvolgimento dei media e di istruzione pubblica. Il Forum pubblica due periodici: il Middle East Quarterly e il Middle East Intelligence Bulletin; sponsorizza Campus Watch (www.Campus-Watch.org), un progetto che ha l'obiettivo di passare in rassegna, recensire e perfezionare gli studi sul Medio Oriente; inoltre sponsorizza eventi in quattro città.

Agosto 2003

Clicca qui per vedere una foto in formato gigante di Daniel Pipes, pronta per essere stampata.

Annunci

Tutto il materiale pubblicato in questo sito appartiene a 1980-2014 Daniel Pipes. Traduzioni di Angelita La Spada.